Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Speciale: Albert Hirschman, scienziato sociale

Speciale: Albert Hirschman, scienziato sociale

In questo speciale, vogliamo soffermarci su di una figura di grande rilievo come Albert Hirschman, economista e sociologo tedesco, alla quale l'Accademia Lincei, ha voluto dedicare un convegno che ha visto la presenza di personalità di spicco, come l'economista premio Nobel Amartya Sen, il politologo Gianfranco Pasquino e il sociologo Carlo Trigilia. Economia, politologia, sociologia le tre componenti fondamentali delle Scienze Morali, titolazione della classe dell'Accademia dei Lincei alla quale appartenne Hirschman
Albert O. Hirschman, economista e sociologo tedesco (Berlino 1915 - Ewing Township, New Jersey, 2012). Nelle sue indagini ha privilegiato il tema del rapporto tra fattori economici, politici e culturali nello sviluppo economico, sostenendo la necessità di orientare gli investimenti dei paesi in via di sviluppo verso settori di alta produttività al fine di alimentare un processo di diffusione della crescita a tutte le attività economiche (principio dello sviluppo sbilanciato). La sua opera principale è The strategy of economic development (1958; trad. it. 1968).
VITA
Si è laureato in economia all'università di Trieste nel 1938, dopo aver studiato alla Sorbona e alla London School of Economics. Ha partecipato alla lotta antifascista in Italia, in Spagna e in Francia, lasciando l'Europa per gli Stati Uniti nel 1941. Dopo aver insegnato in varie università e aver lavorato per il Federal Reserve Board e come consulente in Colombia, ha insegnato dal 1974 allo Institute for Advanced Study di Princeton. Socio straniero dei Lincei dal 1985.
OPERE
A lungo impegnato in America Latina come consulente e ricercatore, ha scritto una trilogia basata sulla sua esperienza in quei paesi: la già citata The strategy of economic development; Journeys toward progress (1963); Development projects observed (1967). I suoi saggi sul tema sono stati raccolti in A bias for hope. Essays on development and Latin America (1971). In seguito ha rivolto la sua attenzione a problemi di teoria politica e della storia del pensiero politico: Exit, voice and loyalty (1970; trad. it. 1980), The passions and the interests (1977; trad. it. 1979), Shifting involvements: private interest and public action (1982; trad. it. 1983). Negli anni Novanta ha pubblicato: The rhetoric of reaction: perversity, futility, jeop ardy (1991); A propensity to self-subversion (1995); The passions and the interests: polit ical arguments for capitalism before its triumph (1997), in cui propone una nuova lettura del capitalismo nel 17° e nel 18° secolo; Crossing boundaries: selected writings (1998).  (fonte Treccani)

Quadrio Curzio su Hirschman, testimone di etica civile

Quadrio Curzio su Hirschman, testimone di etica civile

Albert Hirschman, fu una personalità di grande rilievo, tale da entrare all'interno della Classe delle Scienze Morali dell'Accademia dei Lincei. I motivi per i quali venne cooptato nel 1985 in tale sodalizio, entrando come socio nel 1996, ci vengono illustrati da Alberto Quadrio Curzio, presidente ...

Leggi tutto

Alessandro Roncaglia sul "possibilismo" di Hirschman

Alessandro Roncaglia sul possibilismo di Hirschman

L'economista, Alessandro Roncaglia, ci offre un'interessante riflessione su uno dei concetti chiave di Albert Hirschman, economista e sociologo tedesco, il ‘possibilismo’, cioè il rifiuto del determinismo nel cammino della società come nelle vicende umane e l’attenzione per gli spazi di manovra che ...

Leggi tutto

Amartya Sen sul pensiero innovativo di Albert Hirschman

Amartya Sen sul pensiero innovativo di Albert Hirschman

“Albert Hirschman non fu solo un ricercatore incredibilmente prolifico, ma i suoi scritti erano anche profondamente innovativi ed eccezionalmente stimolanti“. Questo è il pensiero dell'economista premio Nobel Amartya Sen, nel corso di una conferenza presso l'Accademia dei Lincei. Secondo Sen Hirshman ...

Leggi tutto

Gianfranco Pasquino su Hirschman politologo

Gianfranco Pasquino su Hirschman politologo

Il politilogo Gianfranco Paquino, ci offre un'interessante ritratto di Albert  Hirschman come political economist. Fin dal suo primo importante libro ebbe consapevolezza che le spiegazioni di fenomeni sociali complessi non potevano prescindere dalle conoscenze offerte dalla scienza politica.Hirschman, ...

Leggi tutto

Carlo Trigilia sull`economia multidisciplinare di Hirschman

Carlo Trigilia sull`economia multidisciplinare di Hirschman

Il sociologo Carlo Trigilia, ci propone un ritratto di Albert Hirschman, nel suo approccio multidisciplinare all'economia, quello che lui chiamava “trespassing“ (Hirschman 1981), la capacità cioè di oltrepassare i confini disciplinari e di combinare i contributi di diverse tradizioni disciplinari ...

Leggi tutto