Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

YouTube: come funziona la monetizzazione dei video

 YouTube: come funziona la monetizzazione dei video

Gli utenti di YouTube che condividono video online possono monetizzare le proprie produzioni mediante l’inserimento di pubblicità in esse. Si parte, attraverso il proprio account di Google collegandosi all’homepage del servizio YouTube Partner Program e selezionando dalla voce “Impostazioni YouTube", seguita dalla voce "Monetizzazione" dalla barra laterale di sinistra, per poi compilare i form con tutti i dati richiesti. Al termine verrà mostrata una pagina di riepilogo dei dati inseriti, e, dopo aver controllato il loro corretto inserimento, si preme "Invia". Successivamente YouTube, contatterà l’utente via email. Una volta che YouTube accetterà la richiesta dell’utente, sarà possibile inserire degli annunci pubblicitari nei video caricati selezionando opzioni come "Rivendica questo video" e "Consenti pubblicità In-Stream per questo video" durante il processo di upload.

Dalle pagine di YouTube, raccogliamo i vari suggerimenti per avviare al meglio la monetizzazione.

Criteri per la monetizzazione dei video:

• I tuoi contenuti sono adatti agli inserzionisti.
• I contenuti sono stati creati da te o sei autorizzato a farne un uso commerciale.
• Sei in grado di fornire documentazione a riprova del fatto che sei il titolare dei diritti commerciali su tutti i contenuti audio e video.
• I tuoi contenuti sono conformi ai Termini di servizio di YouTube e alle Norme della communityYouTube si riserva il diritto di disabilitare la monetizzazione per gli account che non seguono le nostre norme.

 

Nelle pagine di YouTube si sottolinea che il miglior modo per essere certo di monetizzare i video è creare personalmente tutti gli elementi presenti al loro interno, sfruttando l’immaginazione per creare qualcosa di completamente originale. Alcuni esempi di video che hanno avuto successo su YouTube sono vlog quotidiani e video domestici, video ed esercitazioni sul fai da te, video musicali originali e cortometraggi.
A questo, come detto in precedenza occorre aggiungere il rispetto delle Norme della community, che permettono anche di migliorare la visibilità dei contenuti e, di conseguenza, aumentare il numero di visualizzazioni, il tempo di visualizzazione, il coinvolgimento degli utenti e in ultima analisi le entrate.

 

I diritti di utilizzo commerciale 

 

Affinché i video siano idonei per la monetizzazione, occorre disporre dei diritti di utilizzo commerciale necessari per tutto il materiale audio e video, a prescindere che sia di proprietà dell’utente o di una terza parte. In questo materiale sono inclusi (in via esemplificativa) logo, miniature, musica introduttiva/di chiusura/colonne sonore, interfacce software e videogame. Se si decide di incorporare in un video contenuti di terze parti, occorre ottenere l'autorizzazione all'utilizzo e alla monetizzazione di questi contenuti su YouTube. Spesso questa autorizzazione assume la forma di un consenso scritto esplicito da parte dei titolari dei diritti.
Occasionalmente, YouTube potrebbe chiedere all'utente di inviare documenti aggiuntivi per rivendicare i diritti dei video caricati. per questo occorre assicurarsi di ottenere i diritti di utilizzo commerciale per tutti gli elementi presenti nei video prima di inviarli per la monetizzazione.
Ecco di seguito maggiori dettagli sui tipi di contenuti monetizzabili e sulle informazioni che potrebbero essere utili per dimostrare che sono stati i diritti di utilizzo commerciale. 

Playbook di Youtube

E’ uno strumento gratuito che YouTube mette a disposizione per tutti i creatori di contenuto. E’ possibile trovare suggerimenti, trucchi, consigli, case history, e tutto quello che può essere utile per migliorare la presenza sul canale e aumentare gli introiti pubblicitari.

Tags

Condividi questo articolo