Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Report Redditi e Consumi 2013-2018: la spesa cresce più velocemente del reddito

scarica il pdf dell'articolo scarica il pdf

Dal 2013 al 2018 è stata registrata una crescita del reddito medio del +4,4% (3,8% al netto dell’inflazione), a fronte di un aumento della spesa del +6,4%. La spesa cresce più velocemente del reddito, per questo le famiglie non riescono a far fronte alle proprie spese, effettuando dolorose rinunce persino in settori delicati come quello della salute.

Questi sono alcun dei dati emersi dal Report Redditi e Consumi 2013-2018 realizzato da Federconsumatori (vedi pdf in allegato)

È interessante notare come i redditi risultino fortemente differenziati a seconda dell’inquadramento professionale del principale percettore di reddito all’interno del nucleo familiare. Analizzando il discostamento del reddito dei differenti nuclei familiari rispetto al reddito medio, nell’intero periodo di riferimento emerge come il reddito del nucleo in cui il principale percettore è un pensionato risulta inferiore del -18% rispetto al valore medio, mentre quello in cui il principale percettore è un dirigente è maggiore del +408%.

“Il risultato di tale trend le famiglie lo vivono sulla propria pelle: non riuscendo a far fronte alle proprie spese, sono costrette ad effettuare dolorose rinunce, persino in settori delicati ed importanti come quello della salute o della formazione universitaria.” – afferma Emilio Viafora, Presidente della Federconsumatori.

“Le disuguaglianze sono pertanto destinate ad amplificarsi alla luce di una crescita diseguale. – prosegue Viafora – Per questo è urgente l’avvio di misure tese ad una redistribuzione dei redditi e ad un complessivo riequilibrio delle condizioni economiche e sociali, attraverso un piano di investimenti che miri al rilancio di un’occupazione di qualità.”

 

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo