Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

My Music Vision, la piattaforma social per musicisti ( e non solo)

Quando l'ingegno incontra la passione, nascono i progetti più ambizioni: è questo il caso di Internet of Artists Ltd., startup fondata a Londra nel settembre 2015 da Riccardo Barbieri Torriani e Sergio Curadi Naumann insieme a un gruppo di professionisti provenienti da diversi settori della digital economy e con solide esperienze in ambito musicale e artistico, con l’obiettivo di sviluppare nuove piattaforme digitali integrate nel settore dell’Arte e della Musica. E proprio con tale obiettivo è nata My Music Vision (MYM Vision), una innovativa piattaforma social che ha l’obiettivo di mettere in relazione e creare nuove opportunità lavorative e di collaborazione per i musicisti professionisti e amatoriali, i musicisti emergenti, i produttori artistici e i vari operatori del settore musicale, in Europa e nel mondo, che possono ora avere in un'unica piattaforma di riferimento tutti gli strumenti professionali utili alle propria attività per: creare collaborazioni e joint venture tra musicisti, pubblicare il proprio repertorio musicale, lanciare nuovi progetti artistici, creare relazioni orizzontali tra locali per eventi live, festival musicali, sale concerto, scuole di musica, studi di registrazione e professionisti del settore.

Da dove nasce l'idea di MYM Vision?

“Come spesso accade, l’idea è nata da un bisogno pratico: avevo la necessità di trovare un nuovo batterista in tempi rapidi ma ci vollero 11 colloqui, e molte energie spese, per scovare quello giusto. Da lì la riflessione su come migliorare l’organizzazione dell’attività artistica dei musicisti emergenti. Che il fine sia il divertimento o il desiderio di fare della musica il proprio mestiere, il nostro scopo è di incoraggiare e facilitare, attraverso l’uso della nostra piattaforma, la promozione del proprio talento da parte di tutti i musicisti e tutte le band all’interno di un sistema, MyM Vision, che per sua stessa natura è fortemente meritocratico e democratico, grazie al continuo e immediato confronto con la community che lo alimenta. In questo contesto, tutti gli operatori del settore musicale dovranno ora sapersi valorizzare, sfruttando le potenzialità della rete sempre più basata sulle logiche dei social professionali e consumer. Il nostro obiettivo di lungo termine è contribuire a dare voce ai talenti personali, alla diversità degli stili e dei generi musicali, semplicemente fornendo, in un'unica piattaforma professionale, gli strumenti utili perché questo avvenga. Come musicista e come fan penso che abbiamo tutti da guadagnarci”. afferma Riccardo Barbieri Torriani, CEO di Internet of Artists.

“MyM Vision - My Music Vision è stata concepita per posizionarsi progressivamente come una piattaforma digitale sistemica del settore della Musica; questa è solo la prima tappa che punta alla creazione di un’ampia digital community, con la video-profilazione dei musicisti di tutto il mondo, di ogni livello, genere ed età. Abbiamo in realtà un chiaro programma di sviluppo con un piano di rilasci nei prossimi 2 anni, per implementare nuove funzioni smart e servizi molto innovativi per soddisfare tutte le esigenze che nel prossimo futuro ogni musicista dovrà affrontare nella propria attività. E’ un progetto ambizioso, ma fin dalla prima release è già chiara la nostra visione sulla nostra strategia di sviluppo.” afferma Sergio Curadi Naumann COO e Strategic Designer di Internet of Artists, che in soli 6 mesi ha già ottenuto un finanziamento di 250.000 euro da investitori privati/BA e ha in corso diverse trattative con esponenti di primo piano nel mondo della musica.
La società è stata selezionata tra 300 start-up su 5.000 per partecipare come Alpha sia al Rise 2016 di Hong Kong sia al Websummit 2016 di Lisbona, a conferma dell'attenzione del settore nei progetti che Internet of Artists sta sviluppando.
 

Come funziona My Music Vision?

Requisito indispensabile per accedere alla piattaforma sarà caricare due video-presentazioni di 60 secondi l’uno, in modo da qualificarsi in maniera immediata in relazione alle proprie competenze musicali e di genere (strumenti conosciuti e tipologia di musica come rock, jazz, fusion, classica etc.).

Una volta attivato il profilo su MyM Vision, tutti i musicisti senza nessuna preclusione di genere e capacità strumentale specifica, avranno la possibilità di:
- Corredare il proprio profilo di una scheda contatti e bio relativa alle proprie esperienze musicali precedenti
- Caricare ulteriori immagini e video
- Interagire con altri musicisti presenti nella piattaforma
- Caricare le proprie demo, così da offrire a potenziali collaboratori e agenti un’idea immediata delle proprie competenze tecniche ed artistiche
- Proporsi come insegnanti di musica (con l’apposita funzione all’interno della propria scheda personale)
- Trovare nuovi “palchi” dove esibirsi, facilitati dal servizio di geolocalizzazione che propone i migliori locali per musica live disponibili in zona in base alla propria posizione
- Dichiarare immediatamente la propria disponibilità grazie all’utilizzo di una icona a forma di semaforo

MyM Vision, per i concert hall 2.0

A loro volta, tutti i locali pubblici e le venue musicali registrate su MyM Vision con una propria scheda (con info relative alla posizione, dimensioni della location, dettagli sull’acustica, etc.) possono ora:
- Trovare, in maniera rapida ed efficace, nuove band e musicisti in target con il proprio programma di eventi live
- Creare un calendario con le date disponibili in base alla tipologia di eventi, in modo da poter agevolare il booking di serate specifiche da parte dei musicisti (es. Il giovedì del jazz; Rock your Monday etc.)

Nuove opportunità di business per le scuole di musica e gli studi di registrazione

Grazie a MyM Vision le scuole di musica potranno ora incrementare facilmente il proprio business trovando nuovi studenti e docenti (grazie alla ricerca filtrata sui singoli professionisti); inoltre, anche le scuole musicali potranno inserire la propria agenda di eventi come gli open day, audizioni, i concerti tematici etc.
Gli studi di registrazione e le sale di prova, anche loro facilmente catalogabili in base ai servizi di geolocalizzazione e ai filtri tematici, potranno rendersi disponibili mettendo nella propria scheda di MyM Vision le caratteristiche acustiche della sede e la strumentazione messa a disposizione dei clienti, così come il calendario delle disponibilità dello studio (è prevista a breve anche la funzione di booking diretto da parte dei musicisti, attraverso il sito e le app).

What’s Next? Gli sviluppi futuri di MyM Vision

Dopo la prima release dell’App MyM Vision, primo step finalizzato alla creazione di un sistema integrato per gestire tutte le community di musicisti nel mondo, Internet of Artists ha già in programma una vasta serie di ampliamenti che prevedono l’attivazione progressiva nei prossimi mesi di servizi innovativi premium, che vanno dallo streaming diretto (pubblicazione di concerti live, casting, interviste etc.) a nuovi smart-devices specifici per la musica, dalle funzioni di crowdfunding alla fornitura di consulenze legali di settore (es. info e suggerimenti per la contrattualistica e i diritti musicali etc.), servizi di ticketing, espansione delle opzioni di booking diretto delle location (locali, sale prova e scuole di musica), attività di vendita di strumenti/devices e merchandising, direttamente dai canali e dalle piattaforme di MyM Vision.

https://www.mym.vision/

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo