Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

La previdenza complementare

scarica il pdf dell'articolo scarica il pdf

A partire dagli anni ’90 il nostro sistema pensionistico è stato profondamente modificato, come ci illustra Alberto Brambilla, Coordinatore del comitato tecnico scientifico di Itinerari Previdenziali e Coordinatore Giornata Nazionale della Previdenza. I motivi principali di questi cambiamenti sono stati il progressivo aumento della durata della vita media (che determina un allungamento del periodo di pagamento delle pensioni) e il rallentamento della crescita economica (che causa una riduzione dell’ammontare dei contributi necessari a pagare le pensioni).
In particolare:
• sono state innalzate sia l’età richiesta per andare in pensione sia l’anzianità contributiva minima;
• l’importo della pensione viene collegato: a) all’ammontare dei contributi versati durante tutta la vita lavorativa e non più alle ultime retribuzioni percepite; b) alla crescita del Prodotto Interno Lordo (PIL); c) alla durata media del periodo di pagamento della pensione (la cosiddetta “speranza di vita” al momento del pensionamento);
• la pensione viene rivalutata unicamente sulla base dell’inflazione (cioè dell’aumento dei prezzi dei beni e dei servizi) e non più in base all’aumento delle retribuzioni che, generalmente, è più elevato.Tali modifiche fanno sì che, le nuove pensioni saranno nel tempo sempre più basse in rapporto all’ultima retribuzione percepita (il cosiddetto “tasso di sostituzione”). È questa la ragione principale per cui alla previdenza obbligatoria viene affiancato il secondo pilastro del sistema: la previdenza complementare. Il quadro normativo di riferimento della previdenza complementare è attualmente delineato nel Decreto Legislativo 252 del 2005.

In alto a destra è possibile scaricare ulteriore materiale di approfondimento

A questo link è possibile calcolare la propria pensione

Ascoltiamo a riguardo anche Vittorio Conti, Commissario INPS, interventuto nel corso del Giornata Nazionale della Previdenza. 

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo