Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Ingegneri informatici cercasi: quando la domanda e l`offerta non si incontrano

Secondo i dati di Unioncamere un profilo professionale su tre è "di difficile reperimento", cioè le imprese fanno fatica a trovare il candidato giusto. Se diamo uno sguardo alle professioni più difficili da reperire, in cima alla classifica troviamo i tecnici in campo ingegneristico (61,2%); seguono gli operai specializzati nella lavorazione dei metalli (58%), tra cui fonditori, saldatori, fabbri; gli addetti a macchinari dell’industria tessile (50,3%); gli ingegneri (49,8%); gli operai di macchine automatiche (49,7%); gli elettromeccanici (47%).

Un esempio a riguardo è ciò che ci racconta anche Marcello Ricotti, CEO di Ariadne Digital, società di Design e Engineering. L'azienda è alla ricerca di ingegneri informatici da inserire in organico, ma non riesce a trovarli. Perchè? Perché manca il capitale umano. Dalle università, infatti, non esce un numero sufficiente di figure che possano soddisfare la domanda. 

Secondo Ricotti, questa difficoltà a trovare talenti in questo ambito dipende dalla percezione che si tratti di un settore di nicchia adatto solo a figure molto tecniche. Nella realtà il mondo del digitale richiede figure variegate: non solo tecnici informatici, ma anche project manager, esperti di comunicazione digitale, gestori di sistemi informatici. La lista, in un settore sicuramente competitivo, è molto lunga e soprattutto con una disoccupazione prossima allo zero, retribuzioni e contratti anche in ingresso interessanti e ottime possibilità di crescita professionale, anche in contesti internazionali.

Non dimentichiamo che, entro il 2020, circa il 50% delle posizioni lavorative nell’economia hi-tech saranno vacanti a causa della mancanza di competenze. Un dato impressionante che dimostra, in modo assolutamente chiaro, un gap che deve necessariamente essere colmato con il supporto delle aziende, ma anche delle università e delle scuole. 

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo