Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Imprenditori cercasi. Innovare per riprendere a crescere

L'imprenditorialità è diventata sempre più importante come fattore per la crescita, soprattutto per i Paesi avanzati come l'Italia. La nuova economia economia incentrata sulle tecnologie digitali e l'innovazione hanno al centro l'imprenditore, come ci illustra Sandro Trento, professore ordinario di Economia e gestione delle Imprese presso l’Università di Trento, autore, insieme a Flavia Faggioni, del libro "Imprenditori cercasi. Innovare per riprendere a crescere" edito da Il Mulino. 

Ci sono due tipologie di imprenditori: quelli "innovatori", che cercano soluzioni, prodotti e processi nuovi e ci sono quelli replicativi, che cercano di replicare modelli prodotti ed entrano in settori già esistenti. Mentre la prima tipologia scarseggia in Italia, la seconda sembra essere preponderante. Questo implica che non riusciamo a sfruttare a pieno tutte le opportunità che le tecnologie moderne offrono. Perché mancano imprenditori innovatori?  Le cause sono molteplici e partono dalla bassa attitudine da parte degli italiani al rischio, specie se confrontato con altri Paesi avanzati. Tale attitudine non dipende soltanto da fattori culturali, anche da fattori di contesto:

-la legge fallimentare italiana che ancora punisce in maniera molto seria gli imprenditori;

-l'elevato tasso di corruzione;

-la proliferazione di legge e norme;

Uno degli elementi importanti di questa imprenditorialità innovativa è il capitale umano: occorre possedere conoscenze competenze, ma al contrario, nella tradizione italiana,  molto spesso gli imprenditori sono persone che non hanno necessariamente acquisito competenze mediante corsi di studi, ma hanno esperienza pratica nel vivo della produzione. 

Altro elemento d considerare, è che l'imprenditorialità innovativa è molto rischiosa e quindi necessiterebbe di una finanza capace di sostenere tali progetti, ma in Italia gran parte del finanziamento alle imprese avviene mediante sistema bancario, che non è lo strumento più idoneo.

Quindi sulla base di tutto ciò possiamo concludere che l'imprenditoria del futuro non potrà che essere collettiva, dotata di capitale umano, competenze e innovazione tecnologica, e attitudine al rischio.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo