Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Il rischio di un circolo vizioso

Il punto di partenza per l’euro è stato una moneta senza Stato e un approccio “ognuno per sé”. Si è tentato quindi di inventare qualcosa, aggirando i paletti posti dalle nostre stesse regole. Se un paese non cresce, non può ripagare il debito, ma sulla scorta dell’emergenza si è privilegiato il pagamento degli interessi. La conseguenza è che gli interessi sono stati ripagati, ma la gente impoverisce. Esiste un rischio di circolo vizioso perché le banche devono acquistare titoli pubblici per sostenere gli Stati, e questi devono, a loro volta, garantire le banche per ristabilirne la fiducia. Uno strumento di garanzia forte sarebbe un debito non legato ai singoli Stati, come gli eurobond

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo