Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Giovani, laureati e disoccupati: Italia, quale futuro?

scarica il pdf dell'articolo scarica il pdf

Il tasso di disoccupazione per i giovani tra i 15-24 in Italia si attesta al 44%  contro una media UE del 26%. Tra i 25-34 si attesta al 19% (media UE 13%), mentre tra i laureati tra i 25-34 laureati è disoccupato il 16%. Da questi dati emerge come l’emergenza disoccupazione investa anche chi ha una laurea.

In un mercato del lavoro precario e senza garanzie, quali aspettative lavorative e di reddito hanno i giovani? Quali prospettive di trovare lavoro e a quali condizioni? E quali conseguenze ha questa incertezza professionale e di reddito sulle loro vite? A queste domande ha cercato di dare una risposta Chiara Binelli, Assistant Professor di Economia presso l’Università di Southampton, attraverso un questionario di 71 domande, diviso in tre sezioni: informazioni socio-demografiche, ricerca lavoro, aspettative occupazionali e di reddito. 

Gli obiettivi del questionario sono stati due: quantificare l’effetto della condizione di disoccupazione sulla vita dei giovani e valutare l'efficacia del Jobs Act sulla stabilità del lavoro per i giovani. Il campione è composto da 1238 giovani senza lavoro tra i 25-34 anni, laureati tra il 2011 e il 2013 in una delle 64 università che aderiscono al consorzio AlmaLaurea (rappresentativo del 79% della popolazione dei laureati italiani). L'indagine è stata condotta online tra gennaio e febbraio 2015 e il tasso di risposta è stato dell'85% (1238/1462).

Dallo studio emerge che il 20% si aspetta di guadagnare più di 1200 Euro netti al mese e di guadagnare più dei propri genitori. Il 50% si aspetta una bassa probabilità di iniziare a lavorare nei prossimi 12 mesi
e una bassa probabilità di trovare lavoro senza utilizzare contatti personali/famigliari. L'80% si aspetta una bassa probabilità di trovare un lavoro che offra tutela previdenziale e copertura pensionistica adeguata e si aspetta di dover posticipare decisioni importanti per mancanza certezze sul futuro, ed è demoralizzato/pessimista sulle prospettive professionali future.

Questo studio si rivela innovativo in quanto consente un' analisi accurata di come la disoccupazione condizioni le aspettative e di conseguenza la vita dei giovani tenendo conto di aspetti di solito non osservabili, tra cui l'avversione al rischio. Dai dati emerge come la disoccupazione abbia un'impatto politico-sociale e psicologico in aggiunta a quello economico, di come modifichi le aspettative occupazionali e di reddito. Dall'altra emerge come  le aspettative sul futuro lavorativo, condizionino le scelte occupazionali, familiari, comportamento politico e benessere individuale e di come siano determinanti fondamentali delle scelte presenti,  determinando la vita e il futuro dei giovani e quindi il futuro del Paese. 

Chiara Binelli punta alla ricerca di finanziamenti per l'estensione del progetto, con l'obiettivo di arrivare a chiare indicazioni di policy sull'efficacia del Jobs Act e di interventi alternativi per promuovere vere opportunità di lavoro per i giovani.
 

Chiara Binelli

È Assistant Professor di Economia presso l’Università di Southampton, membro associato della European Development Research Network e Research Fellow presso il Rimini Centre for Economic Analysis. La sua ricerca si incentra sull’economia del lavoro e dello sviluppo, sull’economia dell’istruzione e sulla microeconometria applicata. Si è occupata molto di scelte scolastiche, qualità dell’istruzione, mercati informali del lavoro e i vantaggi dell’istruzione in America Latina. Ha anche lavorato alla valutazione di un intervento volto a promuovere la ricerca e lo sviluppo in Argentina e alla progettazione e attuazione di un innovativo strumento d’indagine volto a valutare l’efficacia di un programma di microfinanza nel Malawi. Attualmente si sta occupando di ricerca in tema di diseguaglianze economiche e sociali e di disoccupazione giovanile in Italia.
 

In allegato lo studio completo

Clicca qui per rimanere aggiornati sugli sviluppi dello studio 

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo