Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Economisti da Nobel: l`Economia letta attraverso i vincitori del prestigioso premio

Il premio Nobel per l’economia viene assegnato ogni anno a uno o più economisti che hanno fornito un contributo sostanziale all’avanzamento della disciplina. In molte occasioni l’attribuzione del premio ha dato vita a vivaci polemiche riguardo ai reali meriti scientifici del premiato, come sottolinea nel suo libro edito da Hoepli "Economisti da Nobel" il presidente dell'Associazione Europea per l'Educazione Economica, Roberto Fini.  Al tempo stesso, l’attribuzione rappresenta un efficace indicatore del dibattito teorico in corso fra gli economisti. A parte significative e non rare eccezioni, nel corso del tempo il premio è stato assegnato a economisti di orientamento liberista oppure di area keynesiana. Questo potrebbe essere ritenuto un atteggiamento ondivago e opportunistico, ma in realtà riflette l’essenza stessa del dibattito teorico in campo economico, in cui i paradigmi scientifici non escludono punti di vista fra loro alternativi. Questo libro si occupa di teoria economica da un particolare punto di vista: prende in considerazione gli autori che hanno vinto il premio Nobel per l’economia, presumendo che la gran parte di essi abbiano rappresentato la punta di diamante dell’indagine economica. Nel volume sono presi in considerazione i contributi di molti degli economisti cui è stato attribuito il Nobel e quanto ciascuno di essi ha pesato non solo nel dibattito teorico, ma anche nelle scelte di politica economica. In questo modo l’autore ha tentato di fornire un quadro dello “stato dell’arte”: ne risulta un affresco che mette in evidenza la continuità nel dibattito teorico, ma al tempo stesso le rotture che lo hanno caratterizzato. E che ne rappresentano la sua principale ricchezza.

Roberto Fini collabora da molti anni alla cattedra di Macroeconomia presso l’Università di Verona; è stato docente della S.S.I.S del Veneto occupandosi di formazione degli aspiranti docenti alla cattedra di economia nelle scuole secondarie, con particolare riferimento ai temi epistemologici nonché ai problemi della trasposizione didattica della disciplina; è attualmente Presidente per l’Italia della Associazione Europea per l’Educazione Economica (A.E.E.E.-Italia).

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo