Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Capire la globalizzazione, oltre i processi d`innovazione

Oggi siamo di fronte alla globalizzazione delle reti, che rappresenta solo una delle varie globalizzazioni a cui il nostro mondo è stato soggetto. Questo è il perno a cui ruota il nuovo saggio edito da Palinsesto, "Global: tribù, confini, leader, reti, ecosistemi" di Roberto Panzarani, docente di Innovation Management e Presidente dello Studio Panzarani & Associates.

"Siamo locali, viviamo nel nostro territorio, ma allo stesso tempo siamo globali perché interconnessi con tutto il resto del mondo o perché siamo anche nomadi, ci piace visitare posti diversi, contaminarci con culture differenti o ne siamo costretti per motivi di lavoro, famigliari ecc.-sottolinea l'autore nell'introduzione-Anche se volessimo essere il più stanziali possibile, siamo comunque, a causa di una tecnologia sempre più esponenziale e invadente, costretti ad essere globali".

Oggi i processi di innovazione non sono più incrementali ma disruptives, ci costringono in più ad un aggiornamento continuo su tutto quello che avviene. Cambiamenti che prima impiegavano anni ad arrivare nella nostra realtà oggi in pochi mesi o giorni arrivano a mutare la nostra vita quotidiana, la nostra vita professionale, senza che le nostre sinapsi neuronali si siano ancora accese per capire quello che sta veramente accadendo.

Governi e politica in generale, secondo Panzarani, non sono più in grado di mettere in atto una governance dell’innovazione che siamo costretti a subire, mentre tutti i nostri processi, le nostre abitudini, i nostri piani saltano come birilli. Il paradosso è che, come dice Appadurai, “il mondo in cui viviamo è caratterizzato da un crescente divario tra la globalizzazione della conoscenza e la conoscenza della globalizzazione. Mentre la conoscenza del mondo è sempre più importante per chiunque, le opportunità per acquisire tale conoscenza si stanno restringendo”. (Il futuro come cambiamento Appadurai Raffaello Cortina Editore).

La conoscenza si sta divaricando così come la ricchezza: nel 2013 hanno abbandonato l’Università italiana più del 45% degli studenti, il dato più alto in Europa. È ovvio che i paesi o i luoghi che più investono in conoscenza e innovazione sono anche quelli che dominano l’economia, vedi Silicon Valley.

Il libro Global vuole raccontare la globalizzazione da questo punto di vista, storie significative di come il mondo attuale, piccolo e interconnesso, riesce a creare al di là della tecnologia o con l’innovazione d’uso di quest’ultima, esperienze organizzative, sociali, di business, di cittadinanza attiva, di social innovation che danno un colore diverso alla globalizzazione attuale e ci aiutano a comprenderla.


 

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo