Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Boom dell`usato: un giro d`affari per 18 miliardi di euro

 Boom dell`usato: un giro d`affari per 18 miliardi di euro

In tempi di crisi è boom della “Second hand Economy”, più noto come settore dell'usato, scelto dal 44% degli italiani, secondo un’indagine Doxa realizzata per Subito.it. I motivi a supporto di tale preferenza sono molteplici: per passione, unicità, eco-sostenibilità e risparmio. In Italia sono più di 3mila gli esercizi commerciali del settore, e tra i comparti spicca l’abbigliamento, seguito dall’arredamento. Il volume d’affari generato nell’ultimo anno in Italia si attesta sui 18 miliardi di euro, pari all’1% del PIL, di cui il 47% generato dalla compravendita online, dove chi ha venduto oggetti usati ha guadagnato in media in un anno 1050€, incrementando così il proprio budget di spesa e di consumo e chi lo ha fatto solamente online ha guadagnato mediamente di più, con un’entrata media annua di 1.290 euro.

L’usato, segna un trend positivo per il 2014 con +3,1% in un anno e vede Roma, Milano e Torino ai primi posti per numero d'imprese, come emerge da un'indagine della Camera di commercio di Milano su dati del registro delle imprese al primo trimestre 2014 e 2013. Gli oggetti maggiormente acquistati sono mezzi di trasporto, libri e dischi: complessivamente in un anno aumentano dal 16% al 27%. Passano dal 26% al 38% gli stranieri che comprano in usato soprattutto elettronica (telefonini e computer) e vestiti. Sono 3.385 le imprese dell'usato in Italia, in crescita in un anno del 3,1%. Prima Roma con 382 imprese (+2,7% in un anno), seguita da Milano (261 imprese, +8,7%) e Torino (216 imprese, +13,7%). Tra le regioni si classifica al primo posto la Lombardia (522 imprese, +1%), seguita da Lazio (447 imprese, +4%) e Toscana (395 imprese, +2,3%).

 

L’e-commerce di seconda mano


In questo scenario l’online sta affiancandosi ai tradizionali mercatini come canale di acquisto per il mercato dell’usato dove il 30% di chi compra/vende lo fa online, prediligendo l’acquisto di beni usati nelle categorie Casa&Persona (28%) ed Elettronica (32%).
La motivazione per cui gli oggetti legati all’arredamento, alla moda e alla tecnologia stanno diventando protagonisti dell’usato in digitale è correlata alla possibilità di cambiare velocemente, avere sempre cose nuove e seguire gusti e tendenze, oltre al bisogno di coltivare le proprie passioni stando al passo con i tempi.


 

Tags

Condividi questo articolo